La salute dei vostri occhi - Nr. 5: Degenerazione maculare senile: come comportarsi?

La degenerazione maculare senile
Si tratta di una malattia degenerativa che colpisce la parte centrale della retina (macula): tale parte di retina è la più importante per la visione chiara e dettagliata nella parte centrale del campo visivo. Il corretto funzionamento della regione maculare è indispensabile per la lettura e per la messa a fuoco delle immagini.

Si conoscono due tipi di degenerazione maculare:
La forma secca:
provoca un invecchiamento precoce della retina con riduzione di spessore e perdita di cellule. E piú frequente, con evoluzione piú lenta e generalmente meno grave. Puo’ trasformarsi nella forma umida.

La forma umida:
si formano nuovi vasi sanguigni che sollevano e deformano la retina distruggendola progressivamente. E meno frequente (circa il 10% dei casi) ma spesso a rapida progressione (settimane o mesi) e con gravi conseguenze.
La malattia colpisce spesso i due occhi in tempi diversi.


Come si manifesta
Riduzione della vista:
in particolare comparsa di aree sfuocate ed annebbiate al centro del campo visivo.

Deformazione delle immagini:
evidente se si osservano linee dritte (un foglio a quadretti, test di Amsler) soprattutto verso il centro dell’oggetto osservato.

Macchia al centro del campo visivo(scotoma):
nera o grigia, si allarga col tempo.

Chi colpisce
È rara prima i 50 anni d’età, colpisce una persona su quattro dopo i 70.
È più frequente nei fumatori, dopo prolungata esposizione al sole senza occhiali protettivi, in persone con occhi chiari, disturbi cardiovascolari (ipertensione, dislipidemia), carenze nutrizionali (vitamine e sali minerali) ed in casi in cui altri consanguinei hanno presentato la malattia.


La diagnosi
La diagnosi precoce è determinante per l’efficacia della cura: la scoperta tardiva della malattia puo’ in alcuni casi pregiudicare il buon esito della cura prescelta.

Viene posta dall’oculista al termine di una visita completa che richiede la dilatazione pupillare. In base al tipo di maculopatia riscontrata verranno effettuati gli esami specialistici necessari (documentazione fotografica, angiografia retinica ed esame tomografico OCT) per perfezionare la diagnosi e stabilire il trattamento più efficace.

Come si cura
FORMA SECCA:
riduzione dei fattori di rischio e somministrazione di polivitaminici.

FORMA UMIDA:
TERAPIA FOTODINAMIC, VERTEPORFINA (VISUDYNE):
consiste nell’ iniezione endovenosa di un farmaco che si concentra selettivamente nei capillari retinici anomali che viene successivamente attivata dal raggio laser. Il trattamento è ambulatoriale, indolore e riconosciuto dalle casse malati. La terapia è stata approvata in Svizzera nel dicembre 1999. Da allora il Dr. Ziliotti ha introdotto e praticato la terapia fotodinamica in Ticino. Rappresenta le terapia standard e consente in due casi su tre di bloccare la progressione della malattia ed il peggioramento della vista. È possibile ripetere l’intervento ogni 3 mesi fino al raggiungimento del risultato.

INIEZIONE INTRAVITREALE DI LUCENTS:
consiste nell’ iniezione nell’occhio di un potente farmaco anti VEGF capace di chiudere i neovasi direttamente all’interno dell’occhio.
È una terapia innovativa che sembra essere in grado di consentire in molti casi non solo la stabilizzazione della malattia ma anche un recupero parziale della vista.
Il trattamento è nuovo e disponibile dalla primavera 2006: la sua registrazione in Svizzera da parte di Novartis attesa per il mese di agosto 2006 ne permetterà un uso più ampio.

Le esperienze fatte con i primi trattamenti sono molto positive. Lucentis puo’ essere anche usato in combinazione con Visudyne.
Per informazioni più precise consultare l’opuscolo N°7 “Lucentis”.

Dove si cura?
Presso il Centro Laser e Retina Medica:
vengono effettuati tutti i controlli e gli interventi laser necessari (inclusa la terapia fotodinamica con Verteporfina) per la diagnosi e la terapia delle varie forme di degenerazione maculare senile.

Presso Ars Medica Clinic di Gravesano:
viene eseguito il nuovo intervento di iniezione intravitreale con Lucentis.
(www.arsmedica.ch)


Per ulteriori informazioni,
potete consultare:
www.ziliotti.ch

oppure potete rivolgervi a:
Dr. Med. Franco ZILIOTTI,
spec. Oftalmologia
ed oftalmochirurgia
Via Lavizzari 4
Piazzale alla Valle
6850 Mendrisio
Tel +41 91 630 05 50
info {at} ziliotti.ch

Torna sù

La salute dei vostri occhi - Nr. 5: Degenerazione maculare senile: come comportarsi?

La degenerazione maculare senile

Si tratta di una malattia degenerativa che colpisce la parte centrale della retina (macula): tale parte di retina è la più importante per la visione chiara e dettagliata nella parte centrale del campo visivo. Il corretto funzionamento della regione maculare è indispensabile per la lettura e per la messa a fuoco delle immagini.

Si conoscono due tipi di degenerazione maculare:
La forma secca:
provoca un invecchiamento precoce della retina con riduzione di spessore e perdita di cellule. E piú frequente, con evoluzione piú lenta e generalmente meno grave. Puo’ trasformarsi nella forma umida.

La forma umida:
si formano nuovi vasi sanguigni che sollevano e deformano la retina distruggendola progressivamente. E meno frequente (circa il 10% dei casi) ma spesso a rapida progressione (settimane o mesi) e con gravi conseguenze.
La malattia colpisce spesso i due occhi in tempi diversi.


Come si manifesta
Riduzione della vista:
in particolare comparsa di aree sfuocate ed annebbiate al centro del campo visivo.

Deformazione delle immagini:
evidente se si osservano linee dritte (un foglio a quadretti, test di Amsler) soprattutto verso il centro dell’oggetto osservato.

Macchia al centro del campo visivo(scotoma):
nera o grigia, si allarga col tempo.

Chi colpisce
È rara prima i 50 anni d’età, colpisce una persona su quattro dopo i 70.
È più frequente nei fumatori, dopo prolungata esposizione al sole senza occhiali protettivi, in persone con occhi chiari, disturbi cardiovascolari (ipertensione, dislipidemia), carenze nutrizionali (vitamine e sali minerali) ed in casi in cui altri consanguinei hanno presentato la malattia.


La diagnosi
La diagnosi precoce è determinante per l’efficacia della cura: la scoperta tardiva della malattia puo’ in alcuni casi pregiudicare il buon esito della cura prescelta.

Viene posta dall’oculista al termine di una visita completa che richiede la dilatazione pupillare. In base al tipo di maculopatia riscontrata verranno effettuati gli esami specialistici necessari (documentazione fotografica, angiografia retinica ed esame tomografico OCT) per perfezionare la diagnosi e stabilire il trattamento più efficace.

Come si cura
FORMA SECCA:
riduzione dei fattori di rischio e somministrazione di polivitaminici.

FORMA UMIDA:
TERAPIA FOTODINAMIC, VERTEPORFINA (VISUDYNE):
consiste nell’ iniezione endovenosa di un farmaco che si concentra selettivamente nei capillari retinici anomali che viene successivamente attivata dal raggio laser. Il trattamento è ambulatoriale, indolore e riconosciuto dalle casse malati. La terapia è stata approvata in Svizzera nel dicembre 1999. Da allora il Dr. Ziliotti ha introdotto e praticato la terapia fotodinamica in Ticino. Rappresenta le terapia standard e consente in due casi su tre di bloccare la progressione della malattia ed il peggioramento della vista. È possibile ripetere l’intervento ogni 3 mesi fino al raggiungimento del risultato.

INIEZIONE INTRAVITREALE DI LUCENTS:
consiste nell’ iniezione nell’occhio di un potente farmaco anti VEGF capace di chiudere i neovasi direttamente all’interno dell’occhio.
È una terapia innovativa che sembra essere in grado di consentire in molti casi non solo la stabilizzazione della malattia ma anche un recupero parziale della vista.
Il trattamento è nuovo e disponibile dalla primavera 2006: la sua registrazione in Svizzera da parte di Novartis attesa per il mese di agosto 2006 ne permetterà un uso più ampio.

Le esperienze fatte con i primi trattamenti sono molto positive. Lucentis puo’ essere anche usato in combinazione con Visudyne.
Per informazioni più precise consultare l’opuscolo N°7 “Lucentis”.

Dove si cura?
Presso il Centro Laser e Retina Medica:
vengono effettuati tutti i controlli e gli interventi laser necessari (inclusa la terapia fotodinamica con Verteporfina) per la diagnosi e la terapia delle varie forme di degenerazione maculare senile.

Presso Ars Medica Clinic di Gravesano:
viene eseguito il nuovo intervento di iniezione intravitreale con Lucentis.
(www.arsmedica.ch)


Per ulteriori informazioni,
potete consultare:
www.ziliotti.ch

oppure potete rivolgervi a:
Dr. Med. Franco ZILIOTTI,
spec. Oftalmologia
ed oftalmochirurgia
Via Lavizzari 4
Piazzale alla Valle
6850 Mendrisio
Tel +41 91 630 05 50
info {at} ziliotti.ch

Torna sù