14 novembre: la Giornata mondiale del diabete

Cos’è la Giornata mondiale del diabete?

La Giornata mondiale del diabete è stata creata nel 1991, in seguito alla crescita rapida del numero di diabetici nel mondo intero. Si tratta di una giornata d’azione consacrata al diabete, una malattia metabolica. Questa giornata è destinata alla sensibilizzazione del grande pubblico nel mondo intero riguardo al diabete, alle sue cause e alle sue ripercussioni sulla vita di tutti i giorni delle persone che ne sono affette. Perché il 14 novembre? La data corrisponde al giorno della nascita di Frederick G. Banting, che, in collaborazione con Charles H. Best, scoprì, nel 1921, l’insulina, un ormone vitale.

Il logo della giornata: il cerchio blu sta a simboleggiare l’unione di tutti i diabetici; il colore blu, quello del cielo, che unisce tutte le culture e le nazioni del mondo.

In occasione della Giornata mondiale annuale del diabete, l’Associazione svizzera del diabete ha organizzato numerose attività per sensibilizzare il pubblico e renderlo attento al diabete infantile. Il simbolo della Giornata mondiale del diabete è il cerchio blu. E’ per questo motivo che il 14 novembre 2008, diverse centinaia di luoghi celebri del mondo intero sono stati avvolti da una luce di colore blu.

Nel mondo intero, ogni giorno 200 bambini sotto i 14 anni si ammalano di diabete di tipo 1. Il numero di nuovi casi aumenta di quasi il 3 % all’anno; ciò comporta, per i bambini che ne sono affetti, la necessità di praticare diverse iniezioni sotto cutanee d’insulina ogni giorno e un controllo disciplinato della glicemia. Un altro dato allarmante è il fatto che l’incidenza del diabete di tipo 2 – relativamente raro sia tra i bambini, sia tra gli adolescenti – è in aumento tra le popolazioni a rischio. I principali fattori di rischio per lo sviluppo del diabete sono, come per gli adulti, il soprappeso e la mancanza di esercizio fisico.

L’Associazione Svizzera del Diabete e le Associazioni regionali, tra cui ATD con medici ed infermiere hanno organizzato eventi in tutta la Svizzera.  In Ticino è stato illuminato di blu il Castello Montebello di Bellinzona e Piazza Grande a Locarno (vedi foto). I medici e le infermiere degli ospedali (Beata Vergine, Civico, Italiano, La Carità, San Giovanni, Clinica Santa Chiara e la Fondazione Diabete Lugano erano attivi sulle piazze con stand informativi. Inoltre al Liceo di Mendrisio, gli studenti hanno lanciato in aria 400 palloncini blu (vedi foto).

Raffaele Sciarini

Torna sù

14 novembre: la Giornata mondiale del diabete

Cos’è la Giornata mondiale del diabete?

La Giornata mondiale del diabete è stata creata nel 1991, in seguito alla crescita rapida del numero di diabetici nel mondo intero. Si tratta di una giornata d’azione consacrata al diabete, una malattia metabolica. Questa giornata è destinata alla sensibilizzazione del grande pubblico nel mondo intero riguardo al diabete, alle sue cause e alle sue ripercussioni sulla vita di tutti i giorni delle persone che ne sono affette. Perché il 14 novembre? La data corrisponde al giorno della nascita di Frederick G. Banting, che, in collaborazione con Charles H. Best, scoprì, nel 1921, l’insulina, un ormone vitale.

Il logo della giornata: il cerchio blu sta a simboleggiare l’unione di tutti i diabetici; il colore blu, quello del cielo, che unisce tutte le culture e le nazioni del mondo.

In occasione della Giornata mondiale annuale del diabete, l’Associazione svizzera del diabete ha organizzato numerose attività per sensibilizzare il pubblico e renderlo attento al diabete infantile. Il simbolo della Giornata mondiale del diabete è il cerchio blu. E’ per questo motivo che il 14 novembre 2008, diverse centinaia di luoghi celebri del mondo intero sono stati avvolti da una luce di colore blu.

Nel mondo intero, ogni giorno 200 bambini sotto i 14 anni si ammalano di diabete di tipo 1. Il numero di nuovi casi aumenta di quasi il 3 % all’anno; ciò comporta, per i bambini che ne sono affetti, la necessità di praticare diverse iniezioni sotto cutanee d’insulina ogni giorno e un controllo disciplinato della glicemia. Un altro dato allarmante è il fatto che l’incidenza del diabete di tipo 2 – relativamente raro sia tra i bambini, sia tra gli adolescenti – è in aumento tra le popolazioni a rischio. I principali fattori di rischio per lo sviluppo del diabete sono, come per gli adulti, il soprappeso e la mancanza di esercizio fisico.

L’Associazione Svizzera del Diabete e le Associazioni regionali, tra cui ATD con medici ed infermiere hanno organizzato eventi in tutta la Svizzera.  In Ticino è stato illuminato di blu il Castello Montebello di Bellinzona e Piazza Grande a Locarno (vedi foto). I medici e le infermiere degli ospedali (Beata Vergine, Civico, Italiano, La Carità, San Giovanni, Clinica Santa Chiara e la Fondazione Diabete Lugano erano attivi sulle piazze con stand informativi. Inoltre al Liceo di Mendrisio, gli studenti hanno lanciato in aria 400 palloncini blu (vedi foto).

Raffaele Sciarini

Torna sù